Armati per la partita

Dai primissimi anni settanta e per buona parte degli anni ottanta gli hooligans del football hanno causato disordine in Inghilterra ed in Europa. Tuttavia i diretti interessati non hanno mai visto tutto questo come nient'altro che un'occasione per farsi qualche grassa risata fra amici. Ma, dopo la tragedia dell'Heysel, Margaret Tatcher in persona decise di dichiarare guerra alla cultura dell'hooliganismo del football. I Chelsea Headhunters, ma in questo caso è più corretto riferirsi al tifo (a volte) violento che seguiva il Chelsea Football Club, erano visti come i peggiori di tutto il paese. E fra di loro il Governo individuò il nemico pubblico numero uno: Steve "Hickey" Hickmott. Una mattina di marzo la porta di casa sua venne tirata giù all'alba dalla polizia. Su di lui e su altri otto tifosi del Chelsea si rovesciò tutta la furia repressiva dell'apparato statale. Ai loro sarebbero poi seguiti altri arresti di massa. Qualsiasi tipo di emozioni, dolore e paura avessero sperimentato in quindici anni di prima linea in gradinata, nulla li aveva preparati alla battaglia giudiziaria che li attendeva. Un romanzo che ti rapisce. Avvincente e terribilmente Britannico. Romanzo sì, ma con una effettiva e inappuntabile controindicazione: è tutto vero! Una storia esplosiva raccontata con le parole di Steve attraverso la scrittura caustica di Colin Ward, sempre attento a non perdere occasione di sbadilare il suo caratteristico black humour. "Hickey" faceva succedere le cose a Stamford Bridge o in qualunque altro stadio dove scendessero in campo le magliette blu del Chelsea FC. Grazie al suo carisma fu una figura di riferimento assoluto anche per le turbolente trasferte al seguito della Nazionale. Quindici anni di presenza in gradinata ricostruiti qui per raccontare come andassero effettivamente le cose, per allontanare tutta una serie di falsi luoghi comuni a proposito di tifosi e hooligans.

Brossura 13 x 20 cm. pag. 240 con 18 foto b/n

Stampato nel 2004 da Boogaloo Pu
a36b37e1d7c54395e239ec5b110ae67e8

Price:
Sales price: 22,00 €
96 ore
Description

Colin Ward, Steve "Hickey" Hickmott

Dai primissimi anni settanta e per buona parte degli anni ottanta gli hooligans del football hanno causato disordine in Inghilterra ed in Europa. Tuttavia i diretti interessati non hanno mai visto tutto questo come nient'altro che un'occasione per farsi qualche grassa risata fra amici. Ma, dopo la tragedia dell'Heysel, Margaret Tatcher in persona decise di dichiarare guerra alla cultura dell'hooliganismo del football. I Chelsea Headhunters, ma in questo caso è più corretto riferirsi al tifo (a volte) violento che seguiva il Chelsea Football Club, erano visti come i peggiori di tutto il paese. E fra di loro il Governo individuò il nemico pubblico numero uno: Steve "Hickey" Hickmott. Una mattina di marzo la porta di casa sua venne tirata giù all'alba dalla polizia. Su di lui e su altri otto tifosi del Chelsea si rovesciò tutta la furia repressiva dell'apparato statale. Ai loro sarebbero poi seguiti altri arresti di massa. Qualsiasi tipo di emozioni, dolore e paura avessero sperimentato in quindici anni di prima linea in gradinata, nulla li aveva preparati alla battaglia giudiziaria che li attendeva. Un romanzo che ti rapisce. Avvincente e terribilmente Britannico. Romanzo sì, ma con una effettiva e inappuntabile controindicazione: è tutto vero! Una storia esplosiva raccontata con le parole di Steve attraverso la scrittura caustica di Colin Ward, sempre attento a non perdere occasione di sbadilare il suo caratteristico black humour. "Hickey" faceva succedere le cose a Stamford Bridge o in qualunque altro stadio dove scendessero in campo le magliette blu del Chelsea FC. Grazie al suo carisma fu una figura di riferimento assoluto anche per le turbolente trasferte al seguito della Nazionale. Quindici anni di presenza in gradinata ricostruiti qui per raccontare come andassero effettivamente le cose, per allontanare tutta una serie di falsi luoghi comuni a proposito di tifosi e hooligans.

Brossura 13 x 20 cm. pag. 240 con 18 foto b/n

Stampato nel 2004 da Boogaloo Publishing

VATERLAND S.A.S di Alberto Manca & C. - sede legale: Solarussa ( OR ) via Azuni 21 CAP. 09077 - partita IVA 01152870950 - REA 134686
MOAI Studio Milano
Joomla template freaks